COME SI PREPARA?

A - Per il latte UHT:

1. VERSA IL CONTENUTO DELLA BUSTINA IN UN LITRO DI LATTE (a temperatura ambiente) E MESCOLA LEGGERMENTE. 
 
2. VERSA IL LATTE NELLA YOGURTIERA, E SEGUI LE ISTRUZIONI DEL PRODUTTORE .

3. DOPO CIRCA 8 ORE IL PRODOTTO E' PRONTO e ha la viscosità di un "budino". Se vuoi uno yogurt compatto, riponilo tale e quale nel frigo. Se, invece, ne desideri uno cremoso, il prodotto va 'lisciato': con un colino o, semplicemente, con una forchetta anche appena prima di consumarlo. Più lo "lisci", più lo yogurt sarà "da bere".


B – Per il latte fresco pastorizzato sono necessarie alcune semplici operazioni di preparazione:

a) PORTA IL LATTE AD EBOLLIZIONE  (mescolando di tanto in tanto per evitare la formazione della pellicola sulla superficie) 

b) RAFFREDDALO FINO ALLA TEMPERATURA NON SUPERIORE AI  45° (controllando con un termometro, altrimenti fai passare circa 60 minuti dall'ebollizione, per essere certa che il latte non sia troppo caldo).

c) SEGUI LA PROCEDURA INDICATA AL PUNTO A (per il latte UHT). Il processo sarà più veloce per la temperatura di partenza più alta di quella ambientale.


SI CONSIGLIA DI CONSUMARE LO Y YOGURT FATTO IN CASA DOPO UN RAFFREDDAMENTO DI ALCUNE ORE, ANCORA MEGLIO DOPO UNA NOTTE NEL FRIGO.

Alcune "dritte":

1. Tieni le bustine sempre nel frigo.

2. Per le prime volte, suggeriamo di preparare il tuo yogurt con un latte UHT che è più standardizzato e regolare rispetto a quello fresco.

3. Raccomandiamo la massima igiene per la yogurtiera e le attrezzature utilizzate per la creazione dello yogurt in casa.

4. Evita di aprire la yogurtiera durante la fermentazione e di esporla a vibrazioni.

5. Lo yogurt con il latte intero è più "corposo" rispetto allo yogurt di latte parzialmente scremato; più lunga è la fermentazione, più acido e denso sarà il tuo yogurt.

Pertanto, prova la prima volta il tipo di latte che preferisci e un orario prestabilito (per esempio, il latte intero e 8 ore). Dal risultato che otterrai e dai tuoi gusti, dipenderà come ti regolerai per le prossime volte: allungando il processo si ottiene un prodotto più acido. E, viceversa, of course.

6. Il siero ai bordi dello yogurt è normale, e indica che lo yogurt è maturo. Puoi mescolarlo e utilizzarlo: si tratta di una parte molto salutare del tuo yogurt.

7. Se, per caso, il processo di fermentazione dovesse continuare per altre 4-5 ore, il prodotto sarà comunque buono (magari un po' più acido del solito!).

8. A chi piace lo yogurt dolce, può aggiungere qualsiasi tipo di zucchero o dolcificante: durante la preparazione del latte, oppure una volta preparato lo yogurt, ma anche appena prima della consumazione.

9. Il tuo yogurt fatto con il latte UHT sarà buonissimo per almeno 10 giorni se conservato in modo adeguato; quello con il latte fresco dovrebbe essere consumato entro 4-5 giorni dalla produzione.

La prima volta che fai lo yogurt casalingo è sempre importante; per questo ti raccomandiamo di seguire attentamente le istruzioni. Dalla terza in poi, basteranno pochi minuti per preparare il prodotto, aggiungendo magari già un tuo "tocco personale" allo yogurt fai da te.